Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › CRONACHE
© foto di Richard Sellers/Sportsphoto
23.06.2010 23:00 di Raimondo De Magistris articolo letto 1617 volte

LE FORMAZIONI – Alla ricerca di un miracolo per accedere agli ottavi, l'Australia scende in campo con un 4-2-3-1 con Emerton, Cahill, Bresciano alle spalle dell'unica punta Kennedy. Una Serbia senza Kolarov e Lazovic scende in campo col tandem d'attacco Ninkovic-Zigic.

ASSALTO SERBO –
Stankovic e compagni comandano il match nei primi minuti. Sugli esterni la squadra serba da subito l'impressione di poter far male e al 3' è Krasic a provarci da ottima posizione con Schwarzer che fa buona guardia. La consistenza offensiva dei socceroos è praticamente nulla e i ragazzi di Antic provano ad approfittarne portando in avanti anche i suoi difensori: Ivanovic stacca in area su cross dalla trequarti ma il suo colpo di testa non è preciso. La Serbia continua ad attaccare e – superato il decimo minuto – si divora un gol clamoroso: imbeccato da Ninkovic, Krasic s'invola verso la porta australiana; l'esterno del Cska Mosca fa fuori anche Schwarzer, ma a porta vuota non centra la porta. L'Australia è frastornata, la Serbia va alla disperata ricerca del vantaggio, ma sulla sua strada sembra aver trovato uno Schwarzer in giornata di grazia: sul tiro a botta sicura di Ivanovic l'intervento del portiere australiano è miracoloso. Dopo 25 minuti di forcing forsennato cala il ritmo della Serbia. L'Australia prova a farsi vedere in avanti con un colpo di testa di Cahill, ma il pallone finisce a lato e Stojkovic resta spettatore non pagante per l'intera frazione. Nel finale di tempo la Serbia riesce finalmente a trovare la via del gol, ma è tutto inutile: Krasic, con un tocco in controtempo, batte Schwarzer, ma il guardalinee annulla per posizione di fuorigioco: decisione corretta.

CAHILL-HOLMAN, MA NON BASTA... – Alla Serbia servono assolutamente i tre punti per ottenere la qualificazione agli ottavi, ma i ragazzi di Antic nella ripresa sembrano tutt'altra squadra. E' infatti l'Australia a cominciare meglio con Culina che ci prova dalla distanza ma non centra la porta. I socceroos ci provano con sempre maggior insistenza dalla distanza: superata l'ora di gioco Bresciano riscalda i guantoni di Stojkovic con una gran botta di destro. E' il preludio del gol che arriverà sei minuti dopo: sul cross dalla trequarti è bravo Cahill a infilarsi tra le maglie della difesa serba e con un preciso colpo di testa battere Stojkovic, 1-0. Sull'onda dell'entusiasmo i ragazzi di Verbeek trovano anche il raddoppio: dopo aver portato il pallone per una trentina di metri, Holman – entrato pochi minuti prima al posto di Valeri – lascia un destro che risulta imparabile per il portiere serbo, 2-0.

INUTILE GOL DI PANTELIC, SERBIA ULTIMA - Il raddoppio affonda definitivamente i ragazzi di Antic. l'Australia avrebbe bisogno di altri due gol per superare il Ghana in classifica, ma nel finale è nuovamente la Serbia a portarsi in avanti. Su un tiro-cross dalla corsia destra Schwarzer non trattiene e Pantelic ribadisce in rete, 2-1. La compagine europea si riversa in attacco negli ultimi minuti. L'attaccante dell'Ajax trova anche il gol del pareggio, ma l'arbitro giustamente annulla per fuorigioco.

TRIPLICE FISCHIO – Superato indenne un primo tempo giocato malissimo, l'Australia ha messo in mostra nella seconda frazione i migliori 45 minuti di tutto il torneo. I socceroos con questo successo hanno chiuso il girone con quattro punti raggiungendo il Ghana, ma hanno pagato il disastro nel match d'esordio contro la Germania e chiuso con una peggiore differenza rete rispetto agli africani. Additata da tutti come una delle possibili squadre rivelazione del mondiale, la Serbia torna a casa chiudendo il gruppo D all'ultimo posto. L'acuto contro la Germania l'unico raggio di luce in un torneo iniziato male e finito peggio.


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 11.07 23:12 - Un gol di Iniesta al secondo supplementare regala la Coppa del Mondo alla Spagna, la prima della sua storia, due anni dopo la vittoria dell'Europeo. Furie Rosse in delirio, tanta delusione per un'Olanda fallosissima ma anche sciupona, soprattutto nella ripresa. LE FORMAZIONI - Del Bos...
CRONACHE, 10.07 22:34 - Tedeschi di bronzo, ma sudamericani sugli scudi. Partita entusiasmante, con Uruguay e Germania che si sono affrontate a viso aperto fino all'ultimo secondo. Termina tre a due: a segno Mueller, Cavani, Forlan, Jansen e Kheidira. LE FORMAZIONI - Loew lascia in panchina Miroslav Klose, dato ...
CRONACHE, 07.07 22:51 - LE FORMAZIONI - Due anni fa vinse la Spagna, era la finale degli Europei. Nei due precedenti mondiali, invece, la Germania non ha mai perso. Tra le fila tedesche pesa l'assenza di Thomas Muller. Lo sostituisce il centrocampista dell'Amburgo Trochowski, che vince il ballottaggio con Kroos,...
CRONACHE, 06.07 22:30 - L'Olanda approda in finale. La rete (meravigliosa) di Van Bronckhorst e quelle di Sneijder e Robben permettono agli oranje di avere la meglio su un Uruguay bravo a rientrare per due volte in partita grazie alle reti di Forlan e Pereira. E domani sera si conoscerà il nome della sfidante...
CRONACHE, 06.07 22:23 - FINE SECONDO TEMPO - Vola in finale Mondiale un'Olanda tecnicamente troppo superiore ad un Uruguay volenteroso, a tratti anche bello da vedere, ma inferiore agli oranje di Van Marwijk. Bella la reazione d'orogoglio uruguaiana al 91esimo, ma questa Olanda è di altro pianeta. Wesley ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile