Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › CRONACHE
© foto di imago sportfotodienst
Dopo un tempo equilibrato e chiuso avanti di una sola rete, contestata per un possibile rigore non concesso agli asiatici, i portoghesi dilagano nella ripresa. Portogallo quasi qualificato e che torna a far paura.
21.06.2010 15:35 di Tommaso Maschio articolo letto 2488 volte

LE FORMAZIONI – Il Portogallo cambia 2/3 dell'attacco e schiera Eduarto fra i pali, difesa a 4 con Miguel e Coentrao esterni Carvalho e Bruno Alves centrali. Centrocampo a tre con Mendes, Tiago e Meireles, in avanti Ronaldo viene affiancato da Simao e Almeida. Risponde la Corea del Nord con il classico schieramente a 5 in difesa a protezione di Myong-GuK formato da Cha, Chol-Jin, Jun-Il Kwang-Chon e Yun.Nam. Centrocampo con In-Guk, Young-Hak e Nam-Chol, in avanti Tae-Se affiancato da Yong-Jo.

PARTITA A VISO APERTO– Come prevedibile il Portogallo inizia ad attaccare fin dai primi istanti di gara, sfruttando sopratutto la fascia destra con il capitano Ronaldo, e nei primi 6 minuti di gioco colleziona ben tre occasioni da rete, la più clamorosa è per Carvalho che su calcio d'angolo svetta più in alto di tutti sull'uscita a vuoto di Myong-Guk ma vede infrangersi sul palo la speranza di passare subito in vantaggio. La paura fa uscire fuori dal guscio la Corea del Nord che prova a sorprendere Eduardo dalla distanza col terzino Cha, il tiro è potente, ma manca di precisione e sfila di poco a lato quando siamo al 10 minuto di gioco. La Corea gioca di più, e meglio, rispetto all'esordio e complice una difesa portoghese disattenta crea una buona azione da rete al 15°: il filtrante per Tae-Se non viene agganciato dall'attaccante solo in mezzo all'area con davanti solo Eduardo, sfuma un'altra ottima azione offensiva degli asiatici che rispondono colpo su colpo al Portogallo che sembra dipendere dalla vena di Ronaldo, in giornata opaca. Lusitani in grande difficoltà dopo la partenza sprint, Yong-Jo al 17° dalla destra scaglia un diagonale che il portiere può solo respingere, sulla palla vagante arriva di testa Nam-Chol che manda sopra la traversa. La gara è vivissima nella parte centrale del primo tempo con le due squadre che provano sopratutto a colpire dalla distanza, senza però centrale la porta, ma mettendo i brividi ai due portieri che devono fare massima attenzione a causa anche del terreno bagnato.

VANTAGGIO LUSITANO CON GIALLO - Al 28° va in scena un giallo che punisce pesantemente la Corea del Nord: Yong-Jo scambia con un compagno e entra in area, abbattuto vicino alla linea di fondo da Coentrao si vede fischiare un fuorigioco inseistente, i due centrali lo tenevano in gioco, e non il sacrosanto rigore per gli asiatici. Sul cambio di fronte azione pregevole dei lusitani con Meireles che liberato da un filtrante preciso in area batte Myong-Guk in uscita per il vantaggio dei suoi. Inutile dire che con un arbitro più attento il risultato poteva essere invertito a questo punto della gara. Maireles è una furia in avanti e al 35° va vicino al raddoppio personale sfruttando un disimpegno sbagliato, ma la conclusione sbilenca finisce a lato. Il tempo scorre via con il Portogallo in crescita dopo il vantaggio, senza però centrare la porta dei nordcoreani e con un Ronaldo che pare giocare una gara a se. Gli asiatici sembrano un po' pagare a livello mentale uno svantaggio immeritato e faticano a riorganizzarsi per cercare una difficile rimonta.

DILAGA IL PORTOGALLO - La ripresa riparte con le due squadre votate all'attacco che lasciano spazi invitanti in difesa, Tiago e Ronaldo da una parte e Yong-Jo e Tae-Se dall'altra nei primi minuti provano con tiri da lontano che non sorprendono i portieri, o non trovano la porta. Le cose cambiano in due minuti a favore del Portogallo che chiudono la partita con un uno-due che stenderebbe anche un cavallo. Al 53° arriva però il raddoppio del Portogallo, lancio lungo dalle retrovie che trova la difesa avversaria messa male, scambio al limite Almeida-Meireles che libera sulla destra Simao che presentatosi solo davanti al portiere lo fulmina con un bel diagonale. Due minuti dopo Coentrao sfrutta un nuovo errore della difesa asiatica, ormai in bambola, per affondare sulla fascia e servire al centro Almeida che lasciato solo in mezzo all'area di testa non può sbagliare il colpo. È fin troppo facile adesso affondare i colpi per il Portogallo che inizia a divertire e divertisi, e dopo un ora di gioco cala il poker: Ronaldo si invola sulla sinistra e serve al centro Tiago che arriva a rimorchio, piattone dell'ex juventino e nulla da fare per Myong-Guk. Tutto davvero troppo facile per la squadra di Queiroz che trasforma l'ultima mezz'ora di gara in un allenamente e con Meireles, Coentrao e infine Ronaldo va vicino alla quinta segnatura con i tiri che vanno fuori di un soffio. Corea ormai impotente, sfaldata in difesa che cerca un gol della bandiera per tenere alto l'onore nella disfatta.

ACCADEMIA E RETI - Alla festa portoghese partecipa anche il neo entrato Liedson che sfrutta un pasticcio di Jun-Il per battere l'incolpevole, questa volta, Myong-Guk per la quinta volta. La partita non poteva che chiudersi col gol della stella portoghese Ronaldo che lanciato in contropiede vince un rimpallo con il portiere in uscita disperata e chiude il set con la sesta rete. Ma la gara non finisce qui e due minuti dopo Tiago mette la firma su uno storico 7-0 con un colpo di testa da centro area che vale anche per mettere a referto la doppietta personale. L'arbitro mette fine ai giochi con qualche minuto d'anticipo, ma la partita era finita dopo il 3-0 dei lusitani.

TRIPLICE FISCHIO –
Portogallo fantastico, specialmente nella ripresa quando dilaga con incredibile facilità. Una volta sbloccatosi sotto rete non c'è praticamente stata più gara ed è ammirevole come i lusitani non abbiano smesso di giocare, ma continuato ad attaccare fino al 90°. Ora hanno più di un piede agli ottavi e il Brasile dovrà stare attento nello scontro diretto per non finire secondo del girone. Corea del Nord in gara per poco più di un tempo. Può recriminare sul rigore non dato, ma nella ripresa commette troppi errori dietro e si scioglie come neve al solo di fronte a Ronaldo e compagni. Ora non le resta che la sfida contro la Costa d'Avorio per cercare il primo punto in questo mondiale, ma la batosta rimediata oggi sarà durissima da digerire.

I TABELLINI -

Marcatori: 25' Meireles, 8' st Simao, 11' st Almeida, 15' e 42' st Tiago, 36' st Liedson, 41' st Ronaldo

Portogallo (4-3-3): Eduardo; Miguel, Alves, Carvalho, Coentrao; Tiago, Mendes, Meireles (25' st Veloso); Simao (28' st Duda), Almeida (32' st Liedson), Ronaldo. A disposizione: Beto, Fernandes, Rolando, Ferreira, Costa, Veloso, Pepe, Amorim, Danny, Liedson. All.: Queiroz


Corea del Nord (5-3-2): Myong-Guk; Jong-Hyok (29' st Song-Chol), Chol-Jin, Nam-Chol (13' st Kim Kum II), Kwang-Chon, In-Guk; Jun-Il, Yun-Nam, Yong-Hak; Yong-Jo, Tae-Se. A disposizione: Myong-Gil, Myong-Won, Nam-Chol II, Kwang-Hyok, Yong-Jun, Chol-Myong, Kim Yong II, Sung-Yok, Chol-Hyok, Kum-Chol. All.: Jong-Hun.
Arbitro: Pozo (Cile)

Ammoniti: Mendes, Almeida (P), Nam-Chol (C)
Espulsi: nessuno


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 11.07 23:12 - Un gol di Iniesta al secondo supplementare regala la Coppa del Mondo alla Spagna, la prima della sua storia, due anni dopo la vittoria dell'Europeo. Furie Rosse in delirio, tanta delusione per un'Olanda fallosissima ma anche sciupona, soprattutto nella ripresa. LE FORMAZIONI - Del Bos...
CRONACHE, 10.07 22:34 - Tedeschi di bronzo, ma sudamericani sugli scudi. Partita entusiasmante, con Uruguay e Germania che si sono affrontate a viso aperto fino all'ultimo secondo. Termina tre a due: a segno Mueller, Cavani, Forlan, Jansen e Kheidira. LE FORMAZIONI - Loew lascia in panchina Miroslav Klose, dato ...
CRONACHE, 07.07 22:51 - LE FORMAZIONI - Due anni fa vinse la Spagna, era la finale degli Europei. Nei due precedenti mondiali, invece, la Germania non ha mai perso. Tra le fila tedesche pesa l'assenza di Thomas Muller. Lo sostituisce il centrocampista dell'Amburgo Trochowski, che vince il ballottaggio con Kroos,...
CRONACHE, 06.07 22:30 - L'Olanda approda in finale. La rete (meravigliosa) di Van Bronckhorst e quelle di Sneijder e Robben permettono agli oranje di avere la meglio su un Uruguay bravo a rientrare per due volte in partita grazie alle reti di Forlan e Pereira. E domani sera si conoscerà il nome della sfidante...
CRONACHE, 06.07 22:23 - FINE SECONDO TEMPO - Vola in finale Mondiale un'Olanda tecnicamente troppo superiore ad un Uruguay volenteroso, a tratti anche bello da vedere, ma inferiore agli oranje di Van Marwijk. Bella la reazione d'orogoglio uruguaiana al 91esimo, ma questa Olanda è di altro pianeta. Wesley ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile