Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › CRONACHE
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Un tempo a testa per le due squadre fanno si che si arrivi ai supplementari per decidere la sfidante dell'Uruguay. L'ex udinese Gyan sfrutta al meglio l'ennesimo errore Usa e fa felice tutto il continente
26.06.2010 23:15 di Tommaso Maschio articolo letto 1287 volte

LE FORMAZIONI – Gli Stati Uniti si schierano in campo con un classico 4-4-2 che vede Howard fra i pali, Cherundolo e Bocanegra esterni con la coppia Demerit e Bornstein al centro. Dempsey e Donovan sono gli esterni di centrocampo molto offensivi con Clark e Bradley a far legna in mezzo. Altindore viene affiancato dal rientrante Findley. Risponde il Ghana con una formazione più abbottonata con Kingson in porta, difesa che vede Inkoom sulla destra con Pantsil al fianco dei due Mensah al centro e Sarpei sulla fascia opposta, Annan e Boateng centrali di centrocampo con Asamoah e Ayew esterni, unica punta Gyan.

GHANA DOMINATORE – Le due squadre iniziano un po' bloccate sulle gambe, sentendo il peso della gara, ma al 4° minuto di gioco il Ghana impone la sua maggiore freschezza atletica, Boateng ruba un pallone in mezzo al campo e parte a razzo verso l'area americana, i difensori non gli vanno incontro e lo lasciano tirare una volta arrivato ai 20 metri, pallone rasoterra precisissimo sul primo palo e Howard battuto. Stati Uniti frastornati dal gol subito a freddo e dal grande pressing del Ghana che costringe gli americani a sbagliare tantissimi disimpegni da cui possono partire contropiedi interessanti, come quello in cui Ayew viene steso da Cherundolo mentre si stava involando in area, dalla punizione Gyan impegna severamente Howard. Solo dopo venti minuti la squadra nordamericana si fa vedere in maniera pericolosa dalle parti di Kingson con Bradley che giunto sulla linea di fondo mette in mezzo un bel pallone su cui il portiere ghanese arriva prima di tutti. E' sempre Boateng a creare problemi quando si sgancia in avanti, la difesa Usa al 27° chiude bene su una sua percussione, ma favorisce Gyan che sbaglia il tiro-cross, graziando Howard. Gli Usa corrono ai ripari dopo appena mezz'ora, fuori un Clark ammonito e nervoso per far entrare Edu. Dopo il cambio inizia a crescere la squadra americana che recupera un pallone perso a metà campo e lancia Findley che però non ha la lucidità necessaria al momento del tiro e spara su Kingson. Risponde subito il Ghana con Asamoah che si infila fra le maglie larghe della difesa statunitense e batte a rete, ma Howard di piede respinge. Il tempo si chiude con gli Stati Uniti in crescita, ma troppo disattenti nelle ripartenze degli africani.

GLI USA CAMBIANO MARCIA – Gli Usa cambiano subito ad inizio secondo tempo con Feilhaber per Findley e schierandosi con praticamente 3 giocatori offensivi dietro l'unica punta. Proprio il neo entrato dopo un minuti ha la grande occasione per pareggiare dopo un'azione Donovan-Altidore, ma Kingson compie una grandissima parata e dice no al centrocampista. Il Ghana comunque non si lascia spaventare e nonostante adesso gli avversari pressino maggiormente trovano buone azioni d'attacco che non vengono però concretizzate degnamente. Ayew è una vera e propria freccia imprendibile per la lenta difesa americana, ma il suo cross rasoterra verso Gyan al 57° viene ben bloccata da Demerit che poi spazza. Contropiede veloce di Donovan che serve Cherundolo, cross in mezzo, Altidore controlla e serve Feilhaber che si fa murare da Boateng. Il gol americano è nell'area e dopo un ora di gioco Dempsey conquista un rigore solare, Donovan dal dischetto non sbaglia, pur colpendo il palo interno, e riporta in parità il risultato. Dempsey e Donovan si caricano sulle spalle la squadra in questa ripresa, peccato che non sempre i compagni li assecondino nelle loro giocate. Sembrano essersi invertite le parti in questo secondo tempo con gli Usa padroni del campo e che al 75° potrebbero raddoppiare con Bradley che pero tira debolmente su Kingson, poi è lo il centravanti Altidore che fa tutto benissimo, tranne la conclusione che finisce a lato di poco. Il Ghana con le ultime forze prova a buttarsi in avanti, ma Gyan adesso viene ben controllato dai centrali americani. Finiscono così col risultato in parità i tempi regolamentari e si va ai supplementari con le due squadra in evidente debito di forze.

DECIDE GYAN – Nei supplementari esce il Altindore per far posto al più fresco Gomez negli Usa. Ma sono i ghanesi a far subito male, come nel primo tempo un lancio lungo dalla difesa trova impreparata la difesa centrale favorendo l'inserimento di Gyan che stoppa e fulmina Howard in uscita. Splendida rete dell'ex attaccante di Udinese e Modena. Risposta immediata degli USA che si riversano nell'area avversaria alla caccia del secondo gol ma per due volte mancano la conclusione decisiva. Usa che provano con le ultime forze a conquistare il pari, che significherebbe rigori, con quasi tutti gli effettivi in avanti, concludendo però poco verso la porta di Kingson. L'ultimo brivido lo regala Gomez che dal limite prova la conclusione, deviata di poco a lato da un difensore, dal corner nascono due mischie dove anche Howard va in azione di disturbo, ma il tutto si conclude con un niente di fatto.

TRIPLICE FISCHIO – Partita combattutissima dalle due squadra con il Ghana che si fa preferire nel primo tempo, quando sembra dover dominare la gara contro avversari che appaiono tesi e in confusione. Boateng e Ayew sono imprendibili, poi calano nella ripresa come tutta la squadra. Riescono con le ultime forze ai supplementari ad aver ragione degli Usa e portare avanti l'Africa in questi mondiali qualificandosi a uno storico quarto di finale, in cui si scontreranno contro l'Uruguay. Gli Usa dopo un tempo da dimenticare crescono tantissimo e grazie anche agli accorgimenti tattici del tecnico giocano una ripresa sontuosa in cui manca però il colpo del Ko. Sbagliano troppo in difesa, specie nella zona centrale quando arrivano palle in profondità e pagano tantissimo nei supplementari le loro disattenzioni.

I TABELLINI:

Marcatori: 6' Boateng (G), 17'st rig. Donovan (U), 3' 1ts Gyan (G)

Stati Uniti (4-4-2): Howard; Cherundolo, DeMerit, Bocanegra, Bornstein; Dempsey, Bradley, Clark (31' Edu), Donovan; Altidore (1' 1ts Gomez), Findley (1'st Feilhaber). A disposizione: Guzan, Hahnemann, Goodson, Spector, Onyewu, Torres, Holden, Clark, Buddle. Ct.: Bradley.


Ghana (5-4-1): Kingson;Inkoom (8' 2ts Muntari), Pantsil, Jonathan Mensah, John Mensah, Sarpei (28'st Addy); Prince Boateng (33'st Appiah), Annan, K.Asamoah, Ayew; Asamoah Gyan. A disposizione: Agyei, Ahorlu, Tagoe, Derek Boateng, Vorsah, Abeyie, Amoah, I.Ayew, Adiyiah. Ct.: Rajevac.

Arbitro: Viktor Kassai (UNG)

Ammoniti: Clark, Cherundolo, Bocanegra (U), Jonathan Mensah, Ayew (G)


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 11.07 23:12 - Un gol di Iniesta al secondo supplementare regala la Coppa del Mondo alla Spagna, la prima della sua storia, due anni dopo la vittoria dell'Europeo. Furie Rosse in delirio, tanta delusione per un'Olanda fallosissima ma anche sciupona, soprattutto nella ripresa. LE FORMAZIONI - Del Bos...
CRONACHE, 10.07 22:34 - Tedeschi di bronzo, ma sudamericani sugli scudi. Partita entusiasmante, con Uruguay e Germania che si sono affrontate a viso aperto fino all'ultimo secondo. Termina tre a due: a segno Mueller, Cavani, Forlan, Jansen e Kheidira. LE FORMAZIONI - Loew lascia in panchina Miroslav Klose, dato ...
CRONACHE, 07.07 22:51 - LE FORMAZIONI - Due anni fa vinse la Spagna, era la finale degli Europei. Nei due precedenti mondiali, invece, la Germania non ha mai perso. Tra le fila tedesche pesa l'assenza di Thomas Muller. Lo sostituisce il centrocampista dell'Amburgo Trochowski, che vince il ballottaggio con Kroos,...
CRONACHE, 06.07 22:30 - L'Olanda approda in finale. La rete (meravigliosa) di Van Bronckhorst e quelle di Sneijder e Robben permettono agli oranje di avere la meglio su un Uruguay bravo a rientrare per due volte in partita grazie alle reti di Forlan e Pereira. E domani sera si conoscerà il nome della sfidante...
CRONACHE, 06.07 22:23 - FINE SECONDO TEMPO - Vola in finale Mondiale un'Olanda tecnicamente troppo superiore ad un Uruguay volenteroso, a tratti anche bello da vedere, ma inferiore agli oranje di Van Marwijk. Bella la reazione d'orogoglio uruguaiana al 91esimo, ma questa Olanda è di altro pianeta. Wesley ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile