Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › CRONACHE
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Un gol di Defoe nel primo tempo basta alla squadra di Capello per battere una Slovenia ordinata, ma poco pungente. Handanovic tiene a galla i suoi, che nel finale potrebbero anche pareggiare. Slavi eliminati.
23.06.2010 18:05 di Tommaso Maschio articolo letto 1251 volte

LE FORMAZIONI – La Slovenia conferma il classico modulo a due punte con Ljubijankic, a segno nell'ultima sfida contro gli inglesi, al fianco di Novakovic. Centrocampo in linea con Kirm e Birsa laterali e capitano Koren al fianco di Radosavljevic al centro, davanti ad Handanovic vanno Brecko, Suler e i due clivensi Cesar e Jokic. Capello risponde confermando l'esperto James in porta, difesa con Upson al posto di King, centrale con Terry e i soliti Johnson e A. Cole esterni. Milner, Barry, Lampard e Gerrard formano la linea di metà campo dietro Rooney e Defoe, preferito ad Heskey e Crouch.

SHOW INGLESE – Parte meglio la squadra slovena che nei primi minuti mette sotto fisicamente la squadra di Capello che appare intontita dalle molte polemiche di questi giorni e impaurita per una possibile eliminazione a sorpresa. La Slovenia dopo 5 minuti impegna James con un tiro da fuori di Radosavljevic, che però risulta centrale. La risposta dell'Inghilterra arriva con due dei suoi uomini di maggior classe, Rooney e Lampard, ma solo il secondo con un tiro da lontanissimo impegna Handanovic, che non si fa sorprendere dalla strana traiettoria che prende il pallone. Rooney-Gerrard-Lampard sono i tre leoni che guidando l'Inghilterra dopo un inizio titubante, anche se in fase conclusiva non riescono a pungere nei primi venti minuti di gioco. Entrambe le squadre giocano a viso aperto, e lasciano spazi alle punte. Al 20° Ljubijankic non approfitta di un grosso errore della retroguardia inglese e tentenna troppo prima di tirare facendosi recuperare da Terry. Sul cambio di fronte gli uomini di Capello non ricambiano il favore: Milner affonda sulla destra e serve Defoe al centro, girata al volo dell'attaccante che brucia il diretto marcatore e palla alle spalle di Handanovic. Il gol subito toglie sicurezza alla difesa slovena che rischia di subire il raddoppio degl iinglesi, Handanovic però si erge a muro di fronte alle conclusioni dirette verso la sua porta e nel giro di 4 minuti evita la capitolazione con un paio di miracoli su Milner, Defoe e Gerrard. La gara tende a spegnersi verso il finale di tempo con la Slovenia intontita dai colpi inglesi, ma non ancora crollata al tappeto, che prende un po' di fiato alleggerendo l'azione con lanci lunghi.

MOLTE OCCASIONI MA ZERO GOL – La ripresa inizia con l'Inghilterra nuovamente vicina alla rete, ma Defoe approfittando di un errore di Handanovic su angolo di Rooney, sbaglia un gol praticamente già fatto. E' sempre Defoe l'uomo più pericoloso degli inglesi, e non si capisce come Capello gli abbia preferito Heskey nelle prime gare, al 49° l'attaccante del Tottenham va a segno per la seconda volta, ma la posizione irregolare del compagno Rooney fa si che il gol venga annullato. Milner e Defoe sembrano avere una marcia in più rispetto a compagni ed avversari, che si affidano al solo Handanovic per evitare la capitolazione di fronte alla squadra di Capello, il portiere dell'Udinese deve anche ringraziare il palo quando al 57° la conclusione di Rooney lo supera, ma la palla non vuole proprio entrare. Con l'ingresso di Dedic la squadra slovena prova a reagire, ma Birsa distrugge quanto crea e intorno al 70° spreca la terza conclusione consecutiva dei suoi a due passi dalla porta dopo che Ljubijankic e Dedic erano stati murati dai difensori inglesi. Grande rischio per gli inglesi che rischiano di buttare al vento quanto creato. Capello allora corre ai ripari con Joe Cole che entra per un Rooney non ancora al meglio. La Slovenia negli ultimi minuti cerca di approfittare della stanchezza degli avversari alla ricerca si un pari che eliminerebbe gli inglesi e permetterebbe alla squadra slava di passare come prima del girone, ma quasi mai riesce a presentarsi davanti a James a causa dei passaggi sballati di Birsa e Dedic negli ultimi 30 metri. La gara finisce così con la vittoria inglese, che passano agli ottavi come secondi del girone e gli sloveni in lacrime per le notizie che arrivano dall'altra partita.

TRIPLICE FISCHIO –
Inglesi trasformati rispetto alle prime due gare, ma ancora non al massimo delle loro possibilità. Defoe in avanti ha un'altra marcia rispetto ad Heskey e lo dimostra in più di un'occasione fino a segnare il gol vittoria. Ronney ancora non è quello del Manchester, ma sta crescendo e dagli ottavi in poi potrebbe diventare l'arma risolutiva di Capello. Però la squadra dei tre leoni sbaglia troppo in avanti rischiando di compromettere il passaggio del turno e il dominio in campo contro una squadra davvero modesta e con poco carattere. La Slovenia accarezza il sogno di passare il turno solo per qualche minuto dopo la fine della partita, ma la notizia del vantaggio statunitense toglie ogni sorriso dal loro volto. C'è da dire che in campo fa davvero troppo poco, e senza un Handanovic fantastico, ma colpevole nel gol-vittoria di Defoe, il passivo sarebbe stato davvero più pesante.


I TABELLINI:

Marcatori: 23' Defoe (I)

Slovenia (4-4-2): Handanovic; Brecko, Suler, Cesar, Jokic; Birsa, Koren, Radosavljevic, Kirm (34'st Matavz); Ljubijankic (17'st Dedic), Novakovic. A disposizione: J.Handanovic, Seliga, Dzinic, Ilic, Pecnik, Krhin, Filekovic, Komac, Stevanovic, Mavric. Ct.: Kek.


Inghilterra (4-4-2): James; Johnson, Upson, Terry, A.Cole; Milner, Lampard, Barry, Gerrard; Defoe (40'st Heskey), Rooney (27'st J.Cole). A disposizione: Green, Hart, Dawson, Lennon, Crouch, Warnock, Wright Phillips, Carrick. Ct.: Capello.

Arbitro: Stark (GER)

Ammoniti: Jokic, Birsa, Dedic (S), Johnson (I)

 

 


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 11.07 23:12 - Un gol di Iniesta al secondo supplementare regala la Coppa del Mondo alla Spagna, la prima della sua storia, due anni dopo la vittoria dell'Europeo. Furie Rosse in delirio, tanta delusione per un'Olanda fallosissima ma anche sciupona, soprattutto nella ripresa. LE FORMAZIONI - Del Bos...
CRONACHE, 10.07 22:34 - Tedeschi di bronzo, ma sudamericani sugli scudi. Partita entusiasmante, con Uruguay e Germania che si sono affrontate a viso aperto fino all'ultimo secondo. Termina tre a due: a segno Mueller, Cavani, Forlan, Jansen e Kheidira. LE FORMAZIONI - Loew lascia in panchina Miroslav Klose, dato ...
CRONACHE, 07.07 22:51 - LE FORMAZIONI - Due anni fa vinse la Spagna, era la finale degli Europei. Nei due precedenti mondiali, invece, la Germania non ha mai perso. Tra le fila tedesche pesa l'assenza di Thomas Muller. Lo sostituisce il centrocampista dell'Amburgo Trochowski, che vince il ballottaggio con Kroos,...
CRONACHE, 06.07 22:30 - L'Olanda approda in finale. La rete (meravigliosa) di Van Bronckhorst e quelle di Sneijder e Robben permettono agli oranje di avere la meglio su un Uruguay bravo a rientrare per due volte in partita grazie alle reti di Forlan e Pereira. E domani sera si conoscerà il nome della sfidante...
CRONACHE, 06.07 22:23 - FINE SECONDO TEMPO - Vola in finale Mondiale un'Olanda tecnicamente troppo superiore ad un Uruguay volenteroso, a tratti anche bello da vedere, ma inferiore agli oranje di Van Marwijk. Bella la reazione d'orogoglio uruguaiana al 91esimo, ma questa Olanda è di altro pianeta. Wesley ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile