Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › CRONACHE
© foto di Soenar Chamid
Un gol per tempo dei due fantasisti olandesi porta ai quarti la squadra olandese, che spreca tanto e rischia più volte il pari. Vittek nel finale rende meno amara la sconfitta.
28.06.2010 18:00 di Tommaso Maschio articolo letto 1532 volte

LE FORMAZIONI – L'Olanda lancia Robben dal primo minuti nel trio di fantasisti alle spalle di Van Persie, affiancando così Sneijder e Kuyt. In mezzo al campo il solito duo formato da Van Bommel e de Jong. Davanti a Stekelenburg confermati Van Bronckhost, Mathijsen, Heitinga e Van der Wiel. La Slovacchia risponde con una formazione abbottonata, ma ricca di uomini dalle propensioni offensive con Mucha a guardia dei pali. Difesa con Pekarik, Skrtel, Durica e Zabavnik, Kucha e Hamsik centrali difensivi di centrocampo, Weiss e Stoch laterali e Jendrisek libero di avanzare in appoggio all'unica punta Vittek.

DECIDE ROBBEN – La partita è subito accesa e aperta, con le due squadre che manovrano palla a terra e in velocità, sfruttando le doti tecniche dei loro uomini di punta. Nei primi cinque minuti sono diversi i brividi che corrono i due portieri, con Jendrisek da una parte e Sneijder dall'altra che non centrano la porta per questione di centimetri. Al 6° invece è Van Persie di testa a centrale la porta, ma Durica riesce nella deviazione in corner. Mucha deve invece bloccare in due tempi un bel tiro di Sneijder servito da Van Persie. L'Olanda dopo un inizio un po' complicato passa con un numero del suo uomo di maggior classe, ovvero Robben, che al 17° controlla un pallone arrivato dalle retrovie, si accentra saltando due uomini e e col sinistro sorprende Mucha sul primo palo. Grandissima rete dell'esterno olandese che sembra essersi abbonato a giocate e gol del genere. Dopo la rete la partita si sgonfia con l'Olanda abile nel palleggio a controllare la gara che aspetta un errore della difesa slovacca per affondare i colpi. La Slovachia si affida sopratutto a Stoch e Jendrisek che però non trovano mai la sponda di Vittek per affondare i colpi. L'Olanda ogni tanto si ricorda anche di verticalizzare e intorno al 40° Van Persie sfrutta una chiusura in ritardo della difesa per battere a rete, ma il suo rasoterra viene ben controllato da Mucha.

PORTIERI PROTAGONISTI – Nella ripresa il ritmo sale e l'Olanda ne approfitta con il solito Robben che conclude un'azione di Sneijder sul palo lontano, con Mucha che si supera e devia in corner. Poco dopo il portiere slovacco si ripete su Van Persie che da pochi metri a colpo sicuro conclude a rete un bell'assist di Robben dal fondo, sulla respinta di Mucha nessun olandese riesce nel tap-in vincente. L'esterno del Bayer è veramente indiavolato, si mangia la fascia e l'avversario, sfornando assist per i compagni, che però faticano ad assecondare l'estro del compagno. La Slovacchia fatica tremendamente a creare qualche azione offensiva nonostante molti uomini siano dotati di buona tecnica e si rende pericoloso con uno dei suoi uomini migliori, Kucha che ci prova da 40 metri riuscendo quasi a sorprendere Stekelenburg grazie allo Jabulani e al forte vento a favore, pur senza centrare la porta. L'Olanda è però padrona del campo e al 65° è Skrtel che si immola su Sneijder in piena area per evitare pericoli a Mucha. Sono comunque troppe le occasioni sprecate dagli Oranje, che rischiano di subire il gol del pari per due volte in un minuto: Prima è Stoch che saltato Van der Wiel calcia una cannonata verso la porta olandese con Stekelenburg che si supera deviando in corner, sull'azione nata dall'angolo è Vittek che ha sui piedi la palla per impattare il risultato, ma nuovamente il portiere dell'Ajax si supera e salva i suoi. Mucha non vuole essere da meno del collega però e al 75° si oppone bene su un diagonale di Kuyt spedendo la palla in corner.

BOTTA E RISPOSTA FINALE - All'85° però arriva il colpo del KO olandese, Kuyt riceve un passaggio di un compagno, aspetta l'uscita di Mucha, non perfetto in questa situazione, e serve Sneijder libero che a porta vuota non può sbagliare. Il gol slovacco arriva solo a tempo scaduto su rigore conquistato da Vittek, che sfrutta un errore della difesa Oranje e viene steso da Stekelemburg. Dal dischetto lo stesso attaccante spiazza il portiere e rende meno amara l'uscita della sua squadra, affiancando Higuain in testa alla classifica dei marcatori al Mondiale.

TRIPLICE FISCHIO –
L'Olanda vince meritando ampiamente, dopo un prim otempo di puro contenimento la squadra di Van Marwijk si apre e gioca di più impegnando severamente Mucha in diverse occasioni, ma mancando il colpo che avrebbe steso la Slovacchia e rischiando di subire il pareggio. Ottimi Stekelemburg e Robben, finché è stato in campo, ma la squadra non ha convinto del tutto contro un avversario modesto. Adesso ai quarti ci sarà il Cile o il Brasile, squadre di tutt'altra caratura contro cui non si potrà concedere ne sbagliare nulla e mantenere la concentrazione fin oltre il 90°. La Slovacchia nel primo tempo soffre la tensione di trovarsi per la prima volta a giocare un ottavo di finale, rischia più volte di capitolare di fronte agli olandesi, ma si riprende nel secondo tempo, quando va vicino al pareggio in un paio di occasioni. Mucha dopo aver salvato più volte il risultato macchia la prestazione con un'uscita scriteriata che regala il raddoppio all'Olanda.

I TABELLINI

Marcatori: 18' Robben, 84' Sneijder (O), 90' Vittek (S)

Olanda (4-2-3-1): Stekelenburg; van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, van Bronckhorst; van Bommel, De Jong; Kuyt, Sneijder, Robben (70' Elia); van Persie (80' Huntelaar). A disp.: Vorm, Boschker, Boulahrouz, Ooijer, Braahfeid, De Zeeuw, Schaars, Afellay, Babel. All.: van Marwijk


Slovacchia (4-3-1-2): Mucha; Pekarik, Skrtel, Durica, Zabavnik; Weiss, Kucka, Stoch Hamsik, Jendrisek (70' Kopunek); Vittek. A disp.: Pernis, Kuciak, Petras, Cech, Salata, Kocac, Sapara, Sestak, Holosko, Jakubko. All.: Weiss

Arbitro: Undiano Mallenco (Spa)

Ammoniti: Robben (O), Kucka, Kopunek (S)

Espulsi:


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 11.07 23:12 - Un gol di Iniesta al secondo supplementare regala la Coppa del Mondo alla Spagna, la prima della sua storia, due anni dopo la vittoria dell'Europeo. Furie Rosse in delirio, tanta delusione per un'Olanda fallosissima ma anche sciupona, soprattutto nella ripresa. LE FORMAZIONI - Del Bos...
CRONACHE, 10.07 22:34 - Tedeschi di bronzo, ma sudamericani sugli scudi. Partita entusiasmante, con Uruguay e Germania che si sono affrontate a viso aperto fino all'ultimo secondo. Termina tre a due: a segno Mueller, Cavani, Forlan, Jansen e Kheidira. LE FORMAZIONI - Loew lascia in panchina Miroslav Klose, dato ...
CRONACHE, 07.07 22:51 - LE FORMAZIONI - Due anni fa vinse la Spagna, era la finale degli Europei. Nei due precedenti mondiali, invece, la Germania non ha mai perso. Tra le fila tedesche pesa l'assenza di Thomas Muller. Lo sostituisce il centrocampista dell'Amburgo Trochowski, che vince il ballottaggio con Kroos,...
CRONACHE, 06.07 22:30 - L'Olanda approda in finale. La rete (meravigliosa) di Van Bronckhorst e quelle di Sneijder e Robben permettono agli oranje di avere la meglio su un Uruguay bravo a rientrare per due volte in partita grazie alle reti di Forlan e Pereira. E domani sera si conoscerà il nome della sfidante...
CRONACHE, 06.07 22:23 - FINE SECONDO TEMPO - Vola in finale Mondiale un'Olanda tecnicamente troppo superiore ad un Uruguay volenteroso, a tratti anche bello da vedere, ma inferiore agli oranje di Van Marwijk. Bella la reazione d'orogoglio uruguaiana al 91esimo, ma questa Olanda è di altro pianeta. Wesley ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile