Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › CRONACHE
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ozil decide in apertura di ripresa una gara equilibrata che entrambe le contendenti avrebbero potuto vincere. Ripresa noiosa, complici le notizie che arrivavano da Serbia-Australia.
23.06.2010 22:30 di Tommaso Maschio articolo letto 1608 volte

LE FORMAZIONI – Il Ghana si schiera con un 4-3-3 che in fase difensiva forma una barriera a 5 a centrocampo. In porta va Kingson, davanti a lui Pantsil, i due Mensah e Sarpei. Centrocampo con Asamoah, Kevin-Prince Boateng e Annan centrali, Tagoe e Ayew esterni offensivi e Gyan al centro dell'attacco. La Germania risponde con Jerome Boateng, fratello dell'omonimo ghanese, a sinistra, Lahm a destra e la coppia Mertesacker e Friedrich davanti a Neuer. I mediani sono Khedira e Schweinsteiger, con Ozil, Muller e Podolski a giostrare dietro l'unica punta Cacau.

MANCA SOLO IL GOL – Entrambe le squadre vogliono vincere per mettere al sicuro la qualificazione, indipendentemente da come vada l'altro match del girone e fin dai primi minuti mettono in scena una gara viva e ricca di emozioni. Gyan per il Ghana ha due buone occasioni nei primi 10 minuti ma prima controlla male, mentre nel secondo tentativo si fa stoppare dal ritorno di Schweinsteiger a centro area. Più vicina al gol la Germania che scalda le mani a Kingson con Cacau dalla destra, ma il tiro è troppo centrale, poi una discesa di Podolski sulla sinistra trova la deviazione di Jonathan Mensah che quasi beffa il portiere chiamato alla deviazione sul primo palo. É sopratutto sulla sinistra che il Ghana concentra gli attacchi sfruttando la corsa di Asamoah che al 15° serve perfettamente Gyan al centro, ma Friedrich in acrobazia spazza via il pericolo. Dal 24° la gara si , dopo dieci minuti di niente, per qualche minuto con un paio di azioni che potrebbero cambiare il risultato: Kevin Boateng si fa bloccare in area ad un passo dal tiro in porta, sul cambio di fronte è invece Ozil a sprecare un gol praticamente fatto presentandosi solo davanti a Kingson, ma sparando sul portiere in uscita. Altro cambio di fronte e Lahm deve salvare sulla linea il colpo di testa di Gyan da centroarea con Neuer battuto. Germania più manovriera ma un po' imprecisa in zona gol, mentre il Ghana si fa preferire con azioni veloci in profondità. La sfida prosegue come fosse un lungo stop and go, improvvise fiammate in mezzo a tanto gioco stagnante. Al 40° ci prova Mertesacker sfiorando di testa su una punizione tagliata di Schweinsteiger, ma Kingson non si fa sorprendere e respinge. Il Ghana tenta l'assalto finale, ma non trova mai la porta di Neuer.

LAMPO DI OZIL NEL NULLA –
La Germania nella ripresa parte bene, ma come sempre non trova sbocchi offensivi e subisce le ripartenze ghanesi che con Asamoah vanno vicini al gol in contropiede, lo ferma bene Neuer, avvantaggiato anche dalla conclusione non perfetta del centrocampista africano. La manovra tedesca è lenta e imprevedibile, ma a forza di stazionare al limite dell'area avversaria prima o poi la palla finisce dentro. È Ozil, fin li tra i peggiori, che dalla lunetta controlla un bel pallone e lo gira sotto il sette con Kingson che non accenna neanche alla parata. Germania in vantaggio un po' a sorpresa, anche se il Ghana non molla e subito dopo aver subito lo svantaggio si butta in avanti sfiorando il gol e guadagnando corner in sequenza. Al 66° la palla buona arriva sui piedi di Ayew, servito da un tacco splendido di Gyan, ma puntuale e precisa arriva la chiusura di Lahm che manda la palla in corner, un salvataggio che vale un gol come si suol dire. Le due squadre continuano a giochicchiare a metà campo e cercare improvvise verticalizzazioni su cui però hanno la meglio i difensori o i portieri in uscita. In fondo le notizie che arrivano dall'altro campo di gara permette ai due contendenti di passare assieme agli ottavi. I due tecnici provano a cambiare gli uomini, ma non il modulo, per cercare di cambiare l'inerzia della gara che vede l'esordio al mondiale del giovane Kroos (classe 1990) nelle file tedesche, per uno Schweinsteiger che manifesta problemi muscolari alla coscia. La gara scorre via lenta fino al novantesimo, con le due squadre decise a non farsi più del male. Entra anche Adiyiah, pallone e scarpa d'oro dell'ultimo mondiale U20 nel recupero per assaporare l'atmosfera dei mondiali dei grandi.

TRIPLICE FISCHIO – Germania non ancora ai livelli di quella vista contro l'Australia all'esordio, ma nettamente superiore a quella vista con la Serbia. Gioco lento e prevedibile, con qualche fiammata, complice anche un Cacau che fa molto movimento, ma non le sponde necessarie per mettere in moto i tre fantasisti alle sue spalle. Adesso di fronte avrà l'Inghilterra per uno scontro fra titani tutto da seguire. Il Ghana cerca di vincere prima e pareggiare poi una gara che non meriterebbe di perdere. Ottime le azioni in velocità quando la squadra può distendersi sotto la regia di Boateng, ma manca un terminale offensivo che concretizzi quanto creato. Il Ghana tiene comunque alto il nome dell'Africa e adesso in vista dell'ottavo di finale col Giappone può anche sognare qualcosa in più.

I TABELLINI:

Marcatori: 12' st Ozil (GE)

Ghana (4-3-3): Kingson; Paintsil, John Mensah, Jonathan Mensah, Sarpei ; K. Boateng, Annan, Asamoah; Tagoe (18' st Muntari ), D. A. Gyan  (36' st Amoah), D. Ayew(47' st Adiyiah). A disp.: Agyei, Ahorlu, Vorsah, John Mensah, Inkoom, D. Boateng, Appiah, Muntari, A. Ayew, Addy, Abeyie. All.: Rajevac


Germania (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Mertesacker, Friedrich, J. Boateng (22' st Jansen); Khedira, Schweinsteiger (36' st Kroos); Muller (23' Trochowski), Ozil, Podolski; Cacau. A disp.: Wiese, Butt, Aogo, Tasci, Kiessling, Badstuber, Marin, Gomez. All.: Loew

Arbitro: Simon (BRA)

Ammoniti: D. Ayew (GH), Muller (GE)
 


Altre notizie - Cronache
CRONACHE, 11.07 23:12 - Un gol di Iniesta al secondo supplementare regala la Coppa del Mondo alla Spagna, la prima della sua storia, due anni dopo la vittoria dell'Europeo. Furie Rosse in delirio, tanta delusione per un'Olanda fallosissima ma anche sciupona, soprattutto nella ripresa. LE FORMAZIONI - Del Bos...
CRONACHE, 10.07 22:34 - Tedeschi di bronzo, ma sudamericani sugli scudi. Partita entusiasmante, con Uruguay e Germania che si sono affrontate a viso aperto fino all'ultimo secondo. Termina tre a due: a segno Mueller, Cavani, Forlan, Jansen e Kheidira. LE FORMAZIONI - Loew lascia in panchina Miroslav Klose, dato ...
CRONACHE, 07.07 22:51 - LE FORMAZIONI - Due anni fa vinse la Spagna, era la finale degli Europei. Nei due precedenti mondiali, invece, la Germania non ha mai perso. Tra le fila tedesche pesa l'assenza di Thomas Muller. Lo sostituisce il centrocampista dell'Amburgo Trochowski, che vince il ballottaggio con Kroos,...
CRONACHE, 06.07 22:30 - L'Olanda approda in finale. La rete (meravigliosa) di Van Bronckhorst e quelle di Sneijder e Robben permettono agli oranje di avere la meglio su un Uruguay bravo a rientrare per due volte in partita grazie alle reti di Forlan e Pereira. E domani sera si conoscerà il nome della sfidante...
CRONACHE, 06.07 22:23 - FINE SECONDO TEMPO - Vola in finale Mondiale un'Olanda tecnicamente troppo superiore ad un Uruguay volenteroso, a tratti anche bello da vedere, ma inferiore agli oranje di Van Marwijk. Bella la reazione d'orogoglio uruguaiana al 91esimo, ma questa Olanda è di altro pianeta. Wesley ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile