Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › NON TUTTI SANNO CHE...
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
22.06.2010 12:00 di Oreste Giannetta articolo letto 3241 volte

MESSICO-URUGUAY: Rustenburg ore 16:00

Messico e Uruguay, che un po’ a sorpresa sono ad un passo dalla qualificazione agli ottavi, si conoscono molto bene, dall’alto dei 17 precedenti. Il primo risale al 1952, con vittoria per 3-1 della Celeste. La prima vittoria messicana è invece del 1968. Nel mezzo lo 0-0 nel girone mondiale del 1966, sufficiente all’Uruguay per passare il turno. Da allora tante amichevoli e, dagli anni Novanta, quattro sfide a livello di Coppa America con l’Uruguay mai vittorioso. Nel 1995, nonostante alla fine si laureerà campione sui campi di casa, il Messico gli impone l’1-1 rischiando il colpaccio. Nel 2001, in semifinale, Borgetti e Garcia Aspe firmano il 2-1 che porta i messicani per la prima volta in finale. Nel 2004 l’Uruguay strappa il 2-2 finale solo a sei minuti dal termine con l’ex juventino Montero, mentre nel 2007 si impone ancora il Messico nella finale per il terzo posto. Un 3-1 in rimonta dopo la rete di Abreu, firmato da Blanco, Bravo e Guardado.
Dopo la gara già citata, del 1966, l'Uruguay non ha più affrontato squadre della confederazione nord-centro americana. Contando anche i pareggi negli ultimi due incontri del 2002, la Celeste ha già stabilito la sua seconda miglior striscia positiva con quattro gare senza sconfitte. La prima, irraggiungibile, è di undici incontri. I primi undici per la precisione, che comprendono i due titoli mondiali vinti, nel 1930 e nel 1950, più tre gare del 1954. Per il terzo mondiale di fila il Messico incontra una squadra sudamericana, ma esiste comunque una lunga tradizione anche nelle edizioni precedenti. Nel 2002, all’ottavo tentativo, era arrivato il primo successo, sull’esordiente Ecuador, mentre quattro anni fa l’Argentina ne fermò il cammino agli ottavi grazie al gran gol di Maxi Rodriguez nei supplementari.

SUDAFRICA-FRANCIA: Bloemfontein ore 16:00

Il Sudafrica ai transalpini non può non ricordare il vittorioso mondiale casalingo. Furono infatti proprio i Bafana Bafana, all’esordio in una fase finale, a tenere a battesimo i futuri campioni. Vittoria facile per questi ultimi, grazie a Dugarry, Henry e ad una sciagurata autorete di Issa, forse emozionato dal fatto di giocare a Marsiglia, lo stadio della sua squadra di club. Prima e dopo due amichevoli. Nell’ottobre del 1997, a poche settimane dal sorteggio che le avrebbe messe di fronte, la Francia vince in rimonta, con Guivarc’h e Ibrahim Ba, dopo la rete di Bartlett. Nel 2000, a Johannesburg, c’è il Nelson Mandela Challenge, che il Sudafrica mette in palio ogni anno con un diverso avversario. Finisce a reti bianche e le due squadre si dividono il premio.
I galletti affrontano una squadra africana per il quarto mondiale di fila. Dopo quella del 1998 c’è la vittoria della scorsa edizione contro il Togo e la clamorosa sconfitta col Senegal nella gara inaugurale del 2002. Per il Sudafrica il sogno è di conquistare un altro successo iridato. L’unico risale al 2002 e proprio contro un’europea, la Slovenia.

NIGERIA-COREA DEL SUD: Durban ore 20:30

Tre amichevoli tra Nigeria e Corea del Sud, con gli asiatici ancora imbattuti. La prima risale addirittura al 1983 ed è il più lontano nel tempo tra i precedenti di questo girone. Si gioca a Seul e si chiude con un successo per 1-0 dei padroni di casa. Sempre in Corea si giocano anche le altre due gare, a pochi giorni di distanza una dall’altra, nel settembre del 2001. Nel primo le Tigri d’Asia, che si preparano al loro mondiale, rimontano la doppietta iniziale di Nduke con le reti di Lee Chun-Soo e di Choi Yong-Soo, nonostante fossero in dieci già sull’1-0. Nella seconda, tre giorni dopo, Kim Do-Hoon apre le marcature e dopo il pareggio del solito Nduke la rete decisiva la firma Lee Dong-Gook in pieno recupero.
Sarà la prima volta che la Nigeria affronta una squadra asiatica ai mondiali. Seconda avversaria africana per la seconda edizione consecutiva, invece, per le Tigri d’Asia. In Germania, nel 2006, quella col Togo fu la loro prima storica vittoria lontano dai propri confini.

ARGENTINA-GRECIA: Polokwane ore 20:30

Un solo precedente tra Argentina e Grecia, dominato dalla figura di Maradona. È la prima gara del gruppo di Usa 94 e finisce 4-0. Batistuta segna una tripletta, ma l’unico gol che resta impresso è quello del Pibe de Oro, la sua ultima rete ad altissimi livelli. Più ancora del gol, comunque, diventa un’icona la sua esultanza rabbiosa a favor di telecamere a bordo campo.
Per la Grecia, che contro la Nigeria ha segnato i suoi primi gol mondiali e conquistato i primi punti, l’obbiettivo è confermare la crescita e magari centrare la qualificazione agli ottavi. L’Albiceleste è imbattuta sul campo contro squadre europee da quattro partite (nel mezzo c’è però l’eliminazione ai rigori contro la Germania del 2006). L’ultima sconfitta è quella dolorosa contro l’Inghilterra nel 2002, che costò il ritorno a casa già dopo il primo turno. L’obbiettivo di Maradona è di conquistare il girone a punteggio pieno. Cosa riuscita all’Argentina solo in due occasioni. La prima in assoluto, nel 1930, e quella decisamente più recente del 1998.


Altre notizie - Non tutti sanno che...
NON TUTTI SANNO CHE..., 13.07 12:00 - La rete di Iniesta che ha dato il primo titolo mondiale alla Spagna è anche, a sorpresa, la prima di un giocatore del Barcellona in una finale mondiale. A sorpresa vista la grande qualità dei giocatori che hanno vestito la maglia blaugrana nel corso degli anni. Farà piacere a...
NON TUTTI SANNO CHE..., 11.07 15:30 - OLANDA-SPAGNA: Johannesburg ore 20:30 Immaginare una delle due squadre in finale, a inizio torneo, non era certo segnale di pazzia. Immaginare di vederle entrambe, invece, era un esercizio di pura divinazione. Negli ultimi 50 anni, infatti, solo una volta la finale si è giocata tra du...
NON TUTTI SANNO CHE..., 10.07 12:00 - URUGUAY-GERMANIA: Port Elizabeth ore 20:30 Nove precedenti dei quali tre “mondiali”, ma nessuno di questi è particolarmente memorabile, nonostante le due squadre siano tra le poche che possono fregiarsi delle stelle da ex campioni del mondo. Il primo tête-à-t&...
NON TUTTI SANNO CHE..., 08.07 19:17 - Dopo il polpo Paul, un altro "veggente" sta facendo scalpore, al Mondiale. Alla rovescia, però. Si tratta del leader dei Rolling Stones Mick Jagger: tutte le squadre per cui tifa, infatti, vengono clamorosamente eliminate. Tifoso dell'Inghilterra - eliminata - Jagger ha suppo...
NON TUTTI SANNO CHE..., 07.07 12:00 - GERMANIA-SPAGNA: Durban ore 20:30 Leggi Germania-Spagna e subito pensi alla finale dell’ultimo Campionato Europeo e al gol partita di Torres che ha interrotto un digiuno di vittorie delle Furie Rosse lungo 40 anni. Prima di quella partita, però, ce ne sono altre 19 che fanno di ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile