Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › NON TUTTI SANNO CHE...
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
28.06.2010 12:00 di Oreste Giannetta articolo letto 1875 volte

OLANDA-SLOVACCHIA: Durban ore 16:00

Il secondo scontro fratricida tra squadre europee (mai così poche agli ottavi) ha decisamente meno appeal della grande sfida di ieri pomeriggio. Olanda e Slovacchia non si sono mai affrontate da quando i secondi si sono divisi dai fratelli cechi. Non mancano, invece, le sfide tra tulipani e Cecoslovacchia, compresa una a livello di mondiali e due a livello di campionato europeo. La prima risale agli ottavi del torneo iridato del 1938 quando gli olandesi resistono fino ai supplementari contro i vice-campioni in carica, per poi crollare e finire sullo 0-3. Per rivedere le due squadre affrontarsi in gare ufficiali bisogna attendere gli anni Settanta, nel pieno del periodo d’oro del calcio olandese. La semifinale dell’Euro 76 vede Cruijff e compagni decisamente favoriti e lanciati verso il replay della finale mondiale di due anni prima contro la Germania. Invece, dopo l’1-1 dei primi novanta minuti, la Cecoslovacchia li fredda con un uno-due nel secondo tempo supplementare e va alla finale di Belgrado, vinta ai rigori con lo storico “cucchiaio” di Panenka. Le due nazionali si affrontano anche nell’edizione seguente, giocata in Italia. Stavolta nel girone iniziale, dove curiosamente è inserita anche la Germania. Si gioca a Milano e il risultato finale è di 1-1, punteggio che permette ai cecoslovacchi di andare alla finale di consolazione lasciando il primo posto e la finalissima alla Germania, poi campione. Per l’Olanda è invece un triste canto del cigno. Tornerà al top solo alla fine del decennio.
Hamsik e compagni possono ritenersi soddisfatti già di essere agli ottavi. All’esordio in Coppa del Mondo hanno fatto meglio della Repubblica Ceca, che quattro anni fa si era fermata al primo turno. Certo l’appetito vien mangiando e il sogno è ripetere il cammino dell’Ucraina, debuttante a Germania 2006 e capace di arrivare fino ai quarti di finale, poi battuta dall’Italia. Da quando sono stati istituiti gli ottavi (1986) l’Olanda si è sempre qualificata e curiosamente ha sempre incontrato squadre europee. Tradizione rispettata, con due vittorie (Irlanda e Yugoslavia) e due sconfitte (Germania e Portogallo).

BRASILE-CILE: Johannesburg ore 20:30

È un derby e come tutti i derby sudamericani che si rispettino ha una tradizione lunghissima alle spalle. Sono ben 65, infatti, i precedenti di questa sfida che appare impari, ma che i cileni sono riusciti qualche volta a volgere a loro favore. Il primo in assoluto risale alla prima edizione della Coppa America, nel 1916, e si chiude in parità. I brasiliani inaugurano la loro serie di successi nell’edizione dell’anno seguente, con un roboante 5-0, e manterranno l’imbattibilità fino al 1956. In quell’edizione, infatti, la Roja riesce a rompere il tabù imponendosi per 4-2 e piazzandosi al secondo posto dietro all’Uruguay. Due anni prima le due squadre avevano iniziato anche l’altrettanto lunga serie di sfide nell’ambito delle qualificazioni mondiali, nelle quali i brasiliani sono rimasti imbattuti fino al 2000. A interrompere la serie positiva un secco 3-0 con Salas e Zamorano grandi protagonisti. Alla fine risulterà un successo inutile, visto che il Cile resterà a casa, mentre i verdeoro andranno in Asia a vincere il loro quinto mondiale. Non mancano nemmeno incontri nelle fasi finali della Coppa del Mondo, due per la precisione. Il più importante è certamente il primo, quando il Cile si issa a sorpresa e con qualche aiutino arbitrale fino alle semifinali del torneo ospitato sui propri campi. I cileni puntano tutto sul loro gioco violento, tollerato fin lì dai direttori di gara, ma la migliore tecnica del Brasile riesce a fare la differenza, anche se Garrincha, dopo aver segnato due gol, si fa espellere nel finale. Per sua fortuna la Cecoslovacchia, avversaria della finale, gli permetterà di giocare anche l’atto conclusivo, poi vinto. Altri tempi. L’ultimo scontro “mondiale” risale a Francia 98, che fino a quest’anno era anche l’ultima apparizione del Cile in una fase finale. Zamorano e compagni riescono a qualificarsi agli ottavi alle spalle dell’Italia di Cesare Maldini, ma lì sbattono ancora una volta sull’insormontabile scoglio brasiliano. Ronaldo e Cesar Sampaio, con una doppietta a testa, li rispediscono a casa nonostante la rete della bandiera di Salas.
Oltre alle due già citate col Brasile, il Cile si è trovato di fronte una squadra sudamericana in Coppa del Mondo anche nella prima edizione, l’Argentina, venendo sconfitto anche in quel caso. Sembra difficile che sia questa la volta buona per vederli imbattuti. Per i brasiliani, invece, ben undici precedenti con squadre del loro continente e due sole sconfitte. La prima, leggendaria, è quella contro l’Uruguay del 1950, che diede il titolo alla Celeste e precipitò nella tragedia un Paese intero. La seconda, più recente e meno drammatica, agli ottavi di finale di Italia 90 contro l’Argentina, quando un modesto Brasile si arrese ad una nazionale Albiceleste di livello altrettanto basso ma con un Maradona in più. Quella è stata anche l’ultima volta che la nazionale Pentacampeao non si è piazzata tra le prime otto del mondo.


Altre notizie - Non tutti sanno che...
NON TUTTI SANNO CHE..., 13.07 12:00 - La rete di Iniesta che ha dato il primo titolo mondiale alla Spagna è anche, a sorpresa, la prima di un giocatore del Barcellona in una finale mondiale. A sorpresa vista la grande qualità dei giocatori che hanno vestito la maglia blaugrana nel corso degli anni. Farà piacere a...
NON TUTTI SANNO CHE..., 11.07 15:30 - OLANDA-SPAGNA: Johannesburg ore 20:30 Immaginare una delle due squadre in finale, a inizio torneo, non era certo segnale di pazzia. Immaginare di vederle entrambe, invece, era un esercizio di pura divinazione. Negli ultimi 50 anni, infatti, solo una volta la finale si è giocata tra du...
NON TUTTI SANNO CHE..., 10.07 12:00 - URUGUAY-GERMANIA: Port Elizabeth ore 20:30 Nove precedenti dei quali tre “mondiali”, ma nessuno di questi è particolarmente memorabile, nonostante le due squadre siano tra le poche che possono fregiarsi delle stelle da ex campioni del mondo. Il primo tête-à-t&...
NON TUTTI SANNO CHE..., 08.07 19:17 - Dopo il polpo Paul, un altro "veggente" sta facendo scalpore, al Mondiale. Alla rovescia, però. Si tratta del leader dei Rolling Stones Mick Jagger: tutte le squadre per cui tifa, infatti, vengono clamorosamente eliminate. Tifoso dell'Inghilterra - eliminata - Jagger ha suppo...
NON TUTTI SANNO CHE..., 07.07 12:00 - GERMANIA-SPAGNA: Durban ore 20:30 Leggi Germania-Spagna e subito pensi alla finale dell’ultimo Campionato Europeo e al gol partita di Torres che ha interrotto un digiuno di vittorie delle Furie Rosse lungo 40 anni. Prima di quella partita, però, ce ne sono altre 19 che fanno di ...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile