Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › PAGELLE
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
24.06.2010 18:29 di Oreste Giannetta articolo letto 6646 volte

Marchetti 5: nulla può sui primi due gol, palesando però qualche incertezza in uscita. La cosa più grave è però tardare l’uscita sulla terza rete e non restando in piedi per coprire lo specchio. Le colpe maggiori sono di altri, ma anche lui non passa l’esame.

Zambrotta 5: prima a destra e poi a sinistra sembra tornato quello del Milan, dopo due buone prove. Non si vede mai in avanti.

Cannavaro 4: poco reattivo, piantato a terra quando c’è da coprire sulle ripartenze avversarie e più falloso del solito. Un tramonto annunciato ed evitabile. A Dubai si chiedono se sia adeguato al loro campionato.

Chiellini 4: di solito nonostante la presenza di un Cannavaro in difficoltà riusciva a salvarsi. Oggi no. Bravo solo quando c’è da usare istinto e forza fisica. Quando invece da mettere in moto è il cervello va in bambola.

Criscito 4,5: prova disastrosa che costringe Lippi a giocarsi una sostituzione. Invece di aumentare di fiducia con l’andare avanti del torneo è sembrato regredire. Eravamo stati tra i pochi a non vederlo brillante anche all’esordio e forse non avevamo tutti i torti. (Dal 46’ Maggio 5: schierato a destra con lo spostamento di Zambrotta. Cambia l’ordine degli addendi ma non la somma. Alla fine dei giochi un cambio sprecato)

Gattuso 5: ci mette la grinta e su quello non avevamo dubbi. In compenso appare decisamente sotto tono fisicamente e al nostro centrocampo serviva ben altro. (Dal 46’ Quagliarella 7,5: a questo punto più ancora che Cassano bisognerà chiedere a Lippi perché ha lasciato in panchina lui facendo giocare delle mummie. Una conclusione salvata sulla linea, la paternità del gol di Di Natale con l’unica azione degna di nota del nostro mondiale e la splendida rete che riaccende le flebili speranze finali)

De Rossi 5: dopo due ottime prove il crollo. Regala palla agli avversari nell’1-0 e sembra risentirne mentalmente. Sbaglia appoggi facili e non fa filtro sulle avanzate avversarie. Crollato lui è crollato l’ultimo bastione)

Montolivo 4: qualche sprazzo di vitalità nelle precedenti partite ci aveva illusi. Torna l’abulico centrocampista visto in precedenti uscite azzurre. Certo le colpe non sono solo sue, ma ci si aspettava decisamente qualcosa di più. (Dal 56’ Pirlo 7: è di un’altra categoria rispetto al resto della rosa e si vede anche se va a due all’ora. Chiama su di se il gioco della squadra e tenta di tenerla a galla nella bufera. Non sbaglia un passaggio, ma è troppo tardi)

Pepe 4: inutile ripetersi. Non è un giocatore da nazionale. Bravino come mediano, ma se si tratta di appoggiare le manovre offensive è un pianto continuo. L’unica cosa buona la fa nel finale andando a rubare palla ad Hamsik. Appunto, roba da mediano. All’ultimo tuffo spreca, da mediano, la palla degli immeritati ottavi)

Iaquinta 4,5: mezzo punto in più solo per l’appoggio a Quagliarella in occasione dell’1-2. Il resto è un incubo continuo fatto di controlli sbagliati e appoggi semplici eppure sbagliati grossolanamente.

Di Natale 6: guadagna la sufficienza col gol che ci rianima. Poi prova a rinverdire i fasti di Udine con Quagliarella, ma è ormai troppo tardi. I precedenti ottanta minuti erano stati però nel solco della sua tradizione azzurra. Da chi l’ha visto.


Altre notizie - Pagelle
PAGELLE, 12.07 12:19 - 10 – Spagna Non si può ignorare il risultato del campo. La Spagna ha vinto con un pizzico di fortuna, ma sfido chiunque a non trovare una vincitrice che non abbia sfruttato i favori della Dea Bendata. Dalla loro le Furie Rosse hanno avuto il collettivo. Il miglior portiere del torn...
PAGELLE, 11.07 23:12 - Stekelemburg 7.5 Tiene in piedi l’Olanda con un paio di interventi miracolosi. Non può far nulla sul gol di Iniesta Van der Wiel 6.5 Partita di personalità. Heitinga 6.5 Ottima partita su Villa e sugli avanti della Spagna. Si fa cacciare al 110’ per un fallo su I...
PAGELLE, 11.07 23:11 - Casillas 9 Salva due clamorose occasioni su Robben. Se la Spagna vince il Mondiale è gran parte merito suo. Sergio Ramos 6.5 Spinge e si rende pericoloso. Si mangia un gol su calcio d’angolo. Piquè 6.5 Sempre attento e concentrato. Puyol 7 Come Pique. Ha in pi&u...
PAGELLE, 10.07 22:39 - Butt 7,5 Il contentino della finalina gli vale una ribalta inattesa, quando in avvio di secondo tempo chiude a doppia mandata su Cavani e Suarez in rapida successione. Si ripete su Suarez e Forlan a marcature ormai saltate, ergendosi a salvatore della patria. Boateng 6 Il rude uomo di co...
PAGELLE, 10.07 22:31 - Muslera 4 Vittima ingiustificata delle traiettorie proibite dello Jabulani, sullo 0-1 non trattiene il centralissimo missile da 40 metri di Schweinsteiger porgendo un vassoio di platino a Müller. La saponetta ricompare nelle sue mani in un altro paio di occasioni, fra cui il disastro incon...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile