Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › PAGELLE
© foto di Federico De Luca
Gli uomini di Löw rischiano di affondare per le troppe falle in fase di contenimento, riscattandosi grazie alla proverbiale solidità e a una buona dose di cinismo. Butt, in formato saracinesca, vale da solo mezza medaglia di bronzo
10.07.2010 22:39 di Simone Fornoni articolo letto 5386 volte

Butt 7,5
Il contentino della finalina gli vale una ribalta inattesa, quando in avvio di secondo tempo chiude a doppia mandata su Cavani e Suarez in rapida successione. Si ripete su Suarez e Forlan a marcature ormai saltate, ergendosi a salvatore della patria.

Boateng 6
Il rude uomo di contenimento subisce oltre il lecito gli affondo uruguagi, e nonostante lo spiovente parta dal suo piede destro risulta oltremodo difficile attribuirgli meriti particolari nell’azione del 2-2. Guadagna la sufficienza con un paio di iniziative alla garibaldina nel finale.

Friedrich 5
La traversa dice di no alla sua zuccata dopo soli dieci minuti, ma è un fuoco di paglia. Soprattutto perché, col trascorrere dei minuti, quei folletti in maglia celeste cominciano a sbucargli da tutte le parti.

Mertesacker 6
Spaventa Forlan in spaccata impedendogli la zampata del pareggio, imponendosi come il più sicuro di una terza linea un po’ confusionaria di fronte agli indemoniati avanti celesti.

Aogo 5,5
L’amburghese venuto dal Continente Nero cerca di default l’uno-due con Jansen, giochino che riesce solo a sprazzi. Dal punto di vista difensivo siamo all’abbecedario.

Schweinsteiger 6
Partita da Giano bifronte: cava dal cilindro il coniglietto impazzito che propizia il gol rompighiaccio, ma poi si fa turlupinare da una scheggia semisconosciuta sul pari uruguagio. Nel finale, affrontato con un piglio da leader, si riscatta quanto basta per una valutazione stiracchiata.

Khedira 7
Tornato la quercia di sempre dopo il frastornante gol subito da Puyol in semifinale, si sforza di dettare i ritmi risultando più lucido del più illustre partner in mediana. Il gol che vale il terzo posto lo consegna all’apoteosi: pur non possedendo doti eccelse in termini di classe pura, grinta e dedizione lo issano sul trono dei protagonisti.

Müller 7
Sul gol sfodera una delle armi del suo poliedrico repertorio: l'opportunismo del grande bomber. Il gran ritorno dell’Uruguay sembra relegarlo in un cono d’ombra, ma quando tocca a lui tessere le trame innescando i compagni non si tira mai indietro. Per il titolo del re dei cannonieri, attualmente in multiproprietà, deve sperare che Sneijder e Villa domani rimangano all'asciutto.

Ozil 6
Il suo talento levantino stenta a baluginare come nelle primissime uscite, quando aveva illuminato il Sudafrica con le sue geniali trovate. L’invenzione gli rimane in canna, nonostante i rari lampi di qualità lo segnalino come il crack del prossimo futuro (46’ st Tasci sv).

Jansen 6,5
Con Aogo forma il duo della mancina targato Amburgo, cavandosi lo sfizio di appollaiarsi innanzi a Muslera per farsi servire il 2-2 dalle sue mani sciagurate. Uno stantuffo con molto coraggio e poche pause (36’ st Kroos sv).

Cacau 5,5
Quando non punta la porta arretra per far salire i compagni. Peccato che così quel rettangolo di metri sette e trentadue diventi un miraggio in pieno deserto, anche quando nella ripresa le contendenti s’allungano (28’ st Kiessling 6: entra, inventa e scalda i guantoni a Muslera, non preoccupandosi di angolare il tiro. Sbuffa e s’affanna, confermandosi prospetto interessante. Del resto, 21 gol in Bundeslinga non sono uno scherzo).


All. Löw 6,5: va a suo merito aver vinto una finale di consolazione a larghi tratti sfuggita al controllo degli undici in maglia bianca, azzeccando mosse azzardate come quella di Jansen avanzato a trequartista. Anche se i gol della rimonta decisiva nell’orgoglioso assalto finale, analizzando razionalmente i fatti, sono frutto più della casualità che di geometrie di gioco non sempre continue.

 


Altre notizie - Pagelle
PAGELLE, 12.07 12:19 - 10 – Spagna Non si può ignorare il risultato del campo. La Spagna ha vinto con un pizzico di fortuna, ma sfido chiunque a non trovare una vincitrice che non abbia sfruttato i favori della Dea Bendata. Dalla loro le Furie Rosse hanno avuto il collettivo. Il miglior portiere del torn...
PAGELLE, 11.07 23:12 - Stekelemburg 7.5 Tiene in piedi l’Olanda con un paio di interventi miracolosi. Non può far nulla sul gol di Iniesta Van der Wiel 6.5 Partita di personalità. Heitinga 6.5 Ottima partita su Villa e sugli avanti della Spagna. Si fa cacciare al 110’ per un fallo su I...
PAGELLE, 11.07 23:11 - Casillas 9 Salva due clamorose occasioni su Robben. Se la Spagna vince il Mondiale è gran parte merito suo. Sergio Ramos 6.5 Spinge e si rende pericoloso. Si mangia un gol su calcio d’angolo. Piquè 6.5 Sempre attento e concentrato. Puyol 7 Come Pique. Ha in pi&u...
PAGELLE, 10.07 22:31 - Muslera 4 Vittima ingiustificata delle traiettorie proibite dello Jabulani, sullo 0-1 non trattiene il centralissimo missile da 40 metri di Schweinsteiger porgendo un vassoio di platino a Müller. La saponetta ricompare nelle sue mani in un altro paio di occasioni, fra cui il disastro incon...
PAGELLE, 07.07 22:39 - Casillas 7 Si conferma saracinesca di valore sbarrando la strada a Trochowski nell’unica vera occasione tedesca per un bel po’, ma il capolavoro lo compie sul tentativo di cesello di Kroos che precede di poco la zampata dei suoi. Ramos 6 Solite proiezioni offensive, alternate...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile