Mercoledì 27 Novembre 2013                     
HOME › RASSEGNA STAMPA
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
03.07.2010 21:38 di Alessio Milone articolo letto 3269 volte
Fonte: Gaetano Allegra per MondoPallone.Net

Ovvero: la sfida infinita fra popoli dal look un tantino diverso…

0′ - Breve parentesi prima degli inni nazionali, con i due capitani che leggono poche righe contro il razzismo. Certo, visti i trascorsi vagamente nazisti di entrambe le nazioni, la cosa può inquietare un tantino…

0′ – Scopriamo con sorpresa che i calciatori tedeschi sono gli unici che intonano l’inno senza steccature agghiaccianti. Poi ci rendiamo conto che a cantarlo sono solo i giocatori di sangue tedesco. E tutti e tre sono molto intonati.

0′ – Se a dirigere quarti di finale mondiali come Argentina-Germania e Olanda-Brasile sono arbitri giapponesi e uzbechi vuol dire che qualcuno dovrebbe cominciare a farsi qualche domanda…

3′ – Inizia Germania-Argentina. Dal 1986 una delle più grandi classiche del calcio mondiale. Quattro anni fa ci inflissero 120 minuti di noia, ma poi si fecero perdonare con una maxirissa dopo i calci di rigore. Da come sono partiti nei primi 2 minuti sembra che quest’anno abbiano deciso direttamente di saltare la fase dei 120 minuti.

3′ – Maradona scende in campo con un temerario 433 e presenta una difesa piena di scarti e soprattutto priva di difensori. L’effetto è immediato: Muller appoggia cacchio cacchio con una zuccata sul primo palo: 1-0.

6′ – Dal replay possiamo apprezzare la bravura del portiere Romero in uno dei suoi cavalli di battaglia: l’imitazione della Venere di Milo.

10′ – Ammonizione per Otamendi sull’eccellente intervento difensivo di Mertesacker, che, ricordiamolo, significa “torta dal sapore un po’ strano”.

13′ – Bagni sostiene che “non è molto sovente vedere un attaccante che aiuta a centrocampo”. Tredici minuti e il cazzatometro deve azzerarsi… peccato: era a un passo dal record!

17′ – Qualcuno ha cosparso di supercolla la fascia sinistra dell’Argentina. Ne fa le spese il povero Tevez, che perde lo scarpino mentre corre e come sappiamo tutti Tevez senza scarpe è più basso del pallone e non riesce a controllarlo.

20′ – Primo piano agghiacciante di Carlitos Tevez, che prima della partita ha dichiarato di non volere assolutamente i baci di Maradona. A giudicare dalle riprese più strette, però, pensiamo che dovrebbe cominciare ad accontentarsi di quello che passa il convento…

24′ – Clamorosa occasione per la Germania: Mueller si fa beffe dell’orrida difesa argentina e mette al centro per Klose. Tocco facile facile dell’unico giocatore tedesco che abbia superato i diciannove anni e palla nella ionosfera.

31′ – Punizione alta di Leo Messi. La Pulga ha dichiarato che vuole segnare almeno un gol quest’anno in Sudafrica. Ha ancora circa sei mesi per riuscirci ma gli devono lasciare le chiavi dello stadio.

35′ – Altra chance per lui.

35′ – Ennesima figura di guano.

35′ – Intanto viene annullato un gol all’Argentina per fuorigioco multimetrico simultaneo di quattro attaccanti. Proteste veementi dei biancazzurri, che sono abituati a ben altri arbitraggi.

38′ – Destro violentissimo di Podolski, diretto ampiamente nello specchio della porta, che esalta però le caratteristiche traiettorie dello Jabulani. La palla fa inversione a U e sibila a pochi metri dai pali di un perplesso Neuer.

44′ – Panoramica di vip sugli spalti: spiccano Charlize Theron, Leonardo Di Caprio e il sempreverde Mick Jagger, che probabilmente è rimasto seduto fin dall’ottavo di finale fra Ghana e Stati Uniti. Manca soltanto Clinton, che non ha gradito il soccer e in questo momento sta seguendo la finale femminile di lotta libera nel latte di soia.

Intervallo – Carrellata di sfighe e morti ammazzati nel TG1, ora siamo pronti a seguire il secondo tempo con ben altro entusiasmo!

Intervallo – L’ormai asfissiante tormentone dello sponsor ci ricorda che “Geox respira”. Basta! Anche io respiro, ma non me ne vanto in mondovisione!

48′ – Inizia il secondo tempo. La mossa tattica del guru Loew prevede evidentemente che la Germania non scenda in campo in questa seconda frazione. C’è sicuramente sotto un fine ragionamento logico.

49′ – Sinistro di Di Maria che sibila di poco a lato. Probabilmente Loew ha in mente di far pareggiare l’Argentina per poi piazzare la stoccata finale più in là. Magari nel 2014.

52′ – Se Tevez continua così, nella prossima (molto eventuale) partita dovrà rifiutare gli sputi di Maradona.

53′ – Decapitano Mertesacker, che sembra contento e sorride. Intanto punizione per la Germania: Romero fa chiaramente segno con la mano di voler prendere tre gol in questa partita.

56′ – Fuorigioco lieve di Higuain lanciato a rete. I maxischermi dello stadio, per evitare polemiche secondo le direttive FIFA, propongono intanto una puntata dell’Ispettore Derrick in cui Fritz Wepper deve fingersi omosessuale per permettere a Horst Tappert di catturare un pericoloso stupratore seriale.

61′ – L’Argentina cerca di raddrizzare la partita, ma il centrocampo non assicura il giusto peso. Del resto affidarsi per costruire a giocatori come Maxi Rodriguez e Mascherano (un metro e mezzo in due) è un po’ come chiedere a un luccio di declamare il cinque maggio di Manzoni.

62′ – Viene da chiedersi quanto sarebbe alto se si chiamasse Mini Rodriguez…

66′ – Neuer ha ormai capito che per neutralizzare le conclusioni argentine basta stare fermissimi al centro della porta e sdraiarsi in avanti sulla pancia nella posizione tipica della colonscopia.

68′ – Raddoppio della Germania. Klose fa di tutto per mangiarsi anche questo, ma la punta tedesca è talmente bolsa che la palla entra in rete contro la sua volontà.

70′ – Entra Javier Pastore, ma Maradona gli intima di non ringhiare in campo perché l’ultima cosa di cui ha bisogno l’Argentina in questo momento è un Pastore Tedesco a centrocampo.

72′ – Ha segnato Friedrich. E’ una giornata nera per il calcio. Noi vi salutiamo e vi ringraziamo per averci seguito.

73′ – Nella difesa dell’Argentina, il replay lo evidenzia benissimo, mancavano chiaramente i birilli 5 e 7.

83′ – Si ha l’impressione che Milito non giocherebbe nemmeno se la formazione avversaria si chiamasse ” FC Squadra che becca gol solamente da attaccanti che si chiamano Diego e giocano in Italia”.

89′ – 4-0. Sambaaa! Romero si dispera perché voleva prenderne soltanto tre.

91′ – Finisce qui Argentina-Germania. Ci dispiace sinceramente per il grande Maradona, ma cerchiamo di guardarla dal lato positivo, come dovrebbe fare lui: da oggi nessuno lo costringerà a indossare quei completini ridicoli alla Natale in Casa Cupiello.


Altre notizie - Rassegna stampa
RASSEGNA STAMPA, 11.07 23:41 - Ovvero: riusciranno i pronipoti di Don Chisciotte della Mancia (l’eroe letterario preferito di fattorini e camerieri) ad aver finalmente ragione dei Mulini a Vento? Ma soprattutto riuscirà una di queste due squadre a vincere finalmente la Coppa del Mondo? 0′ – Sembre...
RASSEGNA STAMPA, 07.07 22:51 - Ovvero: la sfida fra nazionali già entrambe certe di aver vinto il Mondiale. Un popolo di sboroni che ci odiano contro un altro popolo di sboroni che ci odiano: per noi Italiani una partita neutra in ogni caso. Decidere un pronostico quando vorremmo vederle fuori entrambe è come fin...
RASSEGNA STAMPA, 30.06 19:41 - Eccole le magnifiche otto di questo Mondiale: Uruguay, Ghana, Olanda, Brasile, Germania, Argentina, Paraguay e Spagna. Come già detto nei giorni scorsi, mancano le finaliste del 2006, ma senza paura di essere smentito posso dire che non mancheranno a nessuno, visto il livello di gioco espr...
RASSEGNA STAMPA, 29.06 23:04 - Ovvero: paesi senza poeti, con pochi santi, ma con moltissimi navigatori che hanno provato per decenni a doppiare il Capo di Buona Speranza fallendo spesso nell’impresa. Oggi si affrontano, per la prima volta ai mondiali, proprio a Città del Capo, ma potevano giocarla direttamente al...
RASSEGNA STAMPA, 26.06 23:30 - Ovvero: un popolo di gente semplice contro un popolo di sboroni. Per accorgersene, basta confrontare le bandiere. Da una parte: tre colori, una stella. Dall’altra parte sempre tre colori, ma di stelle ce ne hanno ficcate addirittura 50. 1′- Comincia USA-Ghana. Gli States rinuncia...

IL CALCIO TOGLIE, IL CALCIO DÀ: DA INIESTAZO ALLA COREA DEL SUD...

Il titolo dice già tutto. La Spagna arriva finalmente al primo alloro mondiale, dopo ottant'anni dalla prima edizione, e si conquista un posto tra le grandi della storia. Da Madrid a Barcellona le piazze erano in festa, com...
Italia-Danimarca 3-1

JOSÉ ALBERTI A TM: "ARGENTINA, IO L'AVEVO DETTO"

Clamorosa sconfitta per l'Argentina di Diego Armando Maradona, contro la Germania. La Seleccion perde 4-0 contro i tedeschi e torna a casa. Dopo la debacle degli uomini del Pibe de Oro, TuttoMondiali ha raccolto il parere del talent ...

L'ACUTO (IN) FINALE

Forse il personaggio del giorno è Andrés Iniesta, probabilmente: suo il gol decisivo, scelta facile. Forse, altrimenti, si può parlare di Arijen Robben, ma l'ho già fatto e non mi piace ripetermi. Bisogna ...
Classifica marcatori
David Villa 5 Spagna
Diego Forlan 5 Uruguay
Thomas Mueller 5 Germania
Wesley Sneijder 5 Olanda
Gonzalo Higuain 4 Argentina
Miroslav Klose 4 Germania
Robert Vittek 4 Slovacchia
Asamoah Gyan 3 Ghana
Landon Donovan 3 Stati Uniti
Luis Fabiano 3 Brasile